Il ritmo della vita

(scroll down for English version)

La musica… arte virtuosa, multiforme, ricca di variazioni.

Può essere affascinante, allegra, trionfale, oppure struggente, malinconica, inquietante, ma quale che sia il suo animo, ha sempre un unico comune denominatore: colpire dritto al cuore colui che ascolta.

Non ha tempo e non ha confini, e come una colonna sonora accompagna le nostre vite, aggiungendo quel tocco di colore che rende tutto più intenso, più vivo.

In questa sezione si alterneranno news, pensieri, letture, concerti, ma anche quelle prove che, con impegno e dedizione, consentono alle note di prender vita, ed alla musica di fluire.

Ringrazio per il loro prezioso aiuto due persone speciali: l’insegnante di musica, violinista e direttrice d’orchestra Carolina León Páez ed il pianista, compositore e Docente di “Storia della musica moderna e contemporanea” presso il “Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti (Pescara) Prof. Giorgio Pagannone. Due maestri e musicisti formidabili, ma soprattutto due amici veri.

 

Foto: Alessia Ambrosi © Tutti i diritti riservati

∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗Senza-titolo-1∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗

ENGLISH VERSION

The Rhythm of Life.

Virtuous, multifaceted and changeable… music can be fascinating, cheerful, triumphal as well as moving, melancholy, or even disquieting. However, music is always able to touch your hearth; whatever the character.

Music accompanies our lives like a soundtrack, being timeless and knowing no borders, thus adding a nice and colourful touch which makes all more intense.

News and thoughts will pop up in that column, as well as readings, concerts and rehearsals, thus showing in some way how much important care and passion are to let the music flow; so that bringing notes to life.

Last but not least, I want to say thank you to two special persons for their precious support: the music teacher, viola player and conductor Carolina León Páez, and the pianist, composer and Associate Professor/Senior Lecturer of “Musicologia e storia della musica” in “Lettere Arti e scienze sociali” at D’Annunzio University of Chieti (Ud’A – Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti – Pescara) Mr. Giorgio Pagannone. Not only amazing conductors and musicians, but true friends as well.

 

Photo: Alessia Ambrosi © All Rights Reserved

Emozioni in scena

Il Teatro.

Nobile arte antica e mai desueta, che tutto il mondo acclama ed allieta.
Fasti e glorie ha conosciuto, reali e popoli ha intrattenuto.
Il tempo passa, la vita cambia, lui come uno specchio riflette ed incanta, e mai ti stanca.
Shhhh… ecco lo scalpiccio che incalza… si spengono le luci, ed incomincia la ribalta!

Foto: Alessia Ambrosi © Tutti i diritti riservati

∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗Senza-titolo-1∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗

ENGLISH VERSION

On-stage Emotions

The Theater.

It’s noble, ancient and never old-fashioned, acclaimed and cheered the whole world around.
Pomp and ceremony had been always well known to it, thus Kings and Queens, as well as their people enjoyed it.
Life is changing as time goes by, but like an enchanted mirror it brings on wonder all around.
Shh… the scuttling are following each other swiftly behind the scenes… well, switch the lights off please, and let the show begin!

Photo: Alessia Ambrosi © All Rights Reserved

Rievocazione storica: un’attività che significa ricostruire, un valore che guarda al futuro

logorievocazioni

(scroll down for English version)

Rievocare un evento storico non significa semplicemente “ricordarlo”.

Un’approfondita attività di ricerca e ricostruzione si cela dietro ad un lavoro pieno di studio e passione, che affiancato ad un processo di archeologia ricostruttiva ha come finalità la valorizzazione e la riscoperta delle tradizioni socio-culturali di un popolo. Tradizioni che sono alla base della nostra vita moderna e della nostra identità, perché senza passato non ci può essere né presente, né futuro.

Questa rubrica prende spunto da una collaborazione fotografica con il Gruppo Storico Romano, un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel 1994 ed ampiamente riconosciuta nel panorama della rievocazione sull’Antica Roma (un ringraziamento al Presidente Sergio Iacomoni, al Responsabile delle Relazioni Esterne Andrea Buccolini ed a tutto il gruppo per la loro gentile collaborazione) e rivela la presenza di tante associazioni culturali che impegnano tempo, studio e fatica nel ricreare scene, abiti ed oggetti di uso comune, tra cui ad es. l’Associazione culturale Officina Romana Para Bellum (un sentito ringraziamento all’instancabile Presidente Filippo Masci), l’Associazione culturale di Archeologia sperimentale e rievocazione storica di epoca romana Legio XXX Ulpia Victrix (che insieme al Presidente Angelo De Marzo riesce sempre a stupire raccontando agli avventori segreti e genialità degli antichi romani) e l’Associazione Carnevale Romano (creata dal Presidente Marco Lepre per riscopere lo storico Carnevale Romano); senza però dimenticare le tante altre sfaccettature che ad oggi gravitano intorno a quest’arte che appassiona e coinvolge sempre più persone nel mondo.

Un ringraziamento particolare va al Professor Mariano Malavolta, già in servizio come Professore Associato presso il Dipartimento di “Scienze storiche, filosofico-sociali, dei beni culturali e del territorio” nonché Docente di “Storia Romana” fino al 2014 presso l’Università di Roma “Tor Vergata” ed autore di libri ed approfondimenti apparsi in varie riviste scientifiche, per la sua preziosa collaborazione.

Fotografie: Alessia Ambrosi © Tutti i diritti riservati

∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗Senza-titolo-1∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗

ENGLISH VERSION:

Historical Re-enactment: Reconstructing History to Build Our Future.                 

Re-enacting a historical event doesn’t mean just “recalling” it.

As a matter of fact, a careful combination of in-depth research and reconstructive archaeology is involved in this kind of activity, thus making it a hard but passionate work where the focal point is not only rediscovering the past, but also revaluating all those sociocultural traditions underlying both, our modern lifestyle and social identity. Something which is really important, because neither a present nor a future are possible without a knowledge coming from the past.

That column takes the cue from a nice photografic collaboration with the Gruppo Storico Romano, an Italian Cultural no-profit Association born in 1994 and well-known all around the Ancient Rome re-enacting world, but without forgetting the many other Cultural Association and the many different aspects of a really multifaceted art that has been thrilling more and more people over time. Because of this, I’d like to thank Sergio Iacomoni and Andrea Buccolini (respectively, President and Head of External Relations of the Gruppo Storico Romano) together with their whole group for their kind collaboration, Filippo Masci (the tireless Charman of the Officina Romana Para Bellum), Angelo De Marzo (the careful Charman of the Legio XXX Ulpia Victrix) and Marco Lepre (the Charman of the Carnevale Romano Association); that are just some of the many brilliant people guiding us to rediscover historical secrets, genious and traditions. 

Last but not least, I want to say a special thank you to Mr. Mariano Malavolta, Associate Professor/Senior Lecturer in “Scienze storiche, filosofico-sociali, dei beni culturali e del territorio” (and Professor of “Roman History” up to 2014) at “Tor Vergata” University of Rome as well as author of books and scientific mags’ articles, for his precious and supportive contribute.

I hope you’ll enjoy it!

Photographs: Alessia Ambrosi © All Rights Reserved

L’arte e l’archeologia, un affascinante viaggio senzatempo

(scroll down for English version)

In questa sezione si alterneranno curiosità, piccoli approfondimenti e gallerie tematiche relative alle varie sfaccettature dell’arte e dell’archeologia. Storia, mistero e bellezza si intrecceranno, per un affascinante viaggio nel tempo che, nel suo piccolo, spero possa lasciare un segno che possa farvi venire voglia di approfondire sempre di più.

L’arte e la storia custodita nei ritrovamenti artistici ed archeologici, unite alla possibilità che abbiamo di poter iniziare fin da piccoli ad apprezzarne la bellezza e le fattezze, ci rendono assieme consapevoli di quel che eravamo, di quel che oggi siamo, e di quel che saremo domani. Senza cultura non c’è futuro, quindi fruiamo delle sue conoscenze e custodiamole, non lasciamo scomparire il nostro futuro.

 

Foto: Alessia Ambrosi © Tutti i diritti riservati

∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗Senza-titolo-1∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗

ENGLISH VERSION

The Arts and Archaeology: a Fascinating Time Travel 

News, tidbits, insight into specific themes and photo galleries will be following one another in this column, so that history, beauty and mystery will be just blended; for a fascinating time travel through the Arts and Archaeology I hope will make you feel like learning more and more about it.

The important knowledge kept into artistic and archaeological findings, together with the possibility we have to appreciate both its shapes and beauties since childhood, are in fact basic to raise awareness of who we really are now and how we have become like this; as well as fundamental to define what we’ll be in the future.

As a matter of fact, culture and future go hand in hand. Consequently, we should let culture spread here and there safeguarding it instead of overlooking it; thus avoiding the vanishing of our future.

 

Photo: Alessia Ambrosi © All Rights Reserved

Guardiamo al di là delle apparenze, c’è più di quel che sembra…

E come l’immaginazione incorpora
la forma di cose sconosciute, la penna del poeta
le muta in forme e dà al niente arioso
un’abitazione locale e un nome.

– William Shakespeare, “Sogno di una notte di mezza estate”

 

Foto: Alessia Ambrosi © Tutti i diritti riservati

∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗Senza-titolo-1∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗∼∗

There Is More Than Meets the Eye…

 

And as imagination bodies forth
The forms of things unknown, the poet’s pen
Turns them to shapes and gives to airy nothing
A local habitation and a name.

– William Shakespeare, “A Midsummer Night’s Dream”

 

Photo: Alessia Ambrosi © All Rights Reserved

 

L'Arte e la Fotografia, uno sguardo oltre le apparenze